Red Bull Grand Prix of The Americas
22 APRILE 2018  -  STATI UNITI
Circuit Of The Americas
LUNGHEZZA
CURVE
LARGHEZZA
RETTILINEO
5.5 km
11 S - 9 D
15 m.
1200 m.
CATEGORIA
GIRI
2/3 DI GARA
DISTANZA TOTALE
MOTO3
18
12
99.2 km
News

Un weekend Texano, iniziato con condizioni difficili della pista, a causa della “fresatura” apportata all’asfalto per appianare le buche formate dalla F1, che non hanno aiutato di certo a lavorare sul setting della moto.

Un turno di qualifiche strano e sfortunato, iniziato con la pista umida e della pioggerellina fine è terminato con un tamponamento all’ultimo giro mentre Tony stava migliorando il suo crono con ben 2 caschi rossi; mentre nel warm up di questa mattina sono state provate alcune modifiche non andate a buon fine, partendo comunque per la gara con determinazione e convinzione.

Oggi, in gara, Tony è subito partito bene, con gomma media, posizionandosi dietro Oettel in 12° posizione, dal 10° giro ha iniziato a perdere posizioni unendosi nel secondo gruppo, tagliando il traguardo del COTA in 20° posizione.

Davvero un peccato, dopo il buon lavoro svolto in Argentina, Tony era partito molto carico e con ottime sensazioni e ci racconta:

“Il warm up questa mattina non è andato molto bene, abbiamo provato a fare una modifica ma non è andata come speravamo. In gara siamo partiti con la gomma media, in partenza sono stato all’interno della prima curva ed ‘ha funzionato’, posizionandomi dietro Oettl in 12° posizione. Quando abbiamo preso il ritmo della gara a 10 giri dalla fine, non sono riuscito a stare con loro cominciando a perdere posizioni. Ora penso già a Jerez de la Frontera, voglio partire carico e deciso dalla FP1 per usare al massimo tutti i turni a nostra disposizione.”

Per il 4° appuntamento stagionale si torna in Europa, nell’estremo Sud della Spagna sul tracciato di Jerez de la Frontera, il 6 Maggio.